Le migliori app per creare mappe mentali sul Mac

Ultimo aggiornamento:

Una mappa mentale (o mind map) è un diagramma che permette di visualizzare i collegamenti tra concetti e informazioni intorno a un’idea centrale.

L’utilizzo delle mappe mentali viene visto spesso in contrapposizione rispetto alle classiche liste, che prevedono una gestione più strutturata e rigida delle informazioni.

Uno dei principali vantaggi delle mappe mentali, è la facilità con la quale si possono organizzare le informazioni in un modo più compatibile con quelli che sono i processi della nostra mente. Utilizzando questo tipo di diagramma è più facile creare e visualizzare connessioni tra concetti come non è possibile fare utilizzando una tradizionale lista.

Anziché elencare i vari punti in modo ordinato, quando si inizia a lavorare su una mappa mentale si parte dall’idea centrale. Da qui è possibile creare rami e diramazioni che vanno a toccare tutti gli argomenti correlati all’idea iniziale. Intervenire, modificare e aggiustare una mappa mentale è, di solito, molto più semplice intuitivo rispetto alla classica lista. Inoltre, una volta terminato il lavoro, la mappa mentale rende anche più facile presentare, condividere e discutere i concetti inseriti nel diagramma.

Sono molteplici i campi di utilizzo delle mappe mentali. È possibile sfruttarle per prendere appunti in modo non lineare. Anziché ad esempio scrivere gli appunti in maniera sequenziale e aggiungere decine di frecce per collegare gli argomenti tra di loro, con una mappa mentale possibile riassumere in modo più pratico e funzionale un flusso di concetti.

Le attività di brainstorming sono probabilmente il campo di applicazione più comune per le mappe mentali, data la natura disordinata tipica di questo genere di sedute. Grazie alle mappe mentali è inoltre più facile connettere i vari punti per mettere in comunicazione i diversi concetti emersi durante il brainstorming.

Una mappa mentale può essere d’aiuto anche per chi scrive. Sia che si tratti di un articolo per un blog, una rivista oppure di una tesi o di un romanzo, ricorrere a questo tipo di diagramma può aiutare a organizzare le idee prima di iniziare il processo di scrittura vero e proprio.

Anche chi si occupa di project management o semplicemente vuole pianificare dei progetti personali può trarre beneficio dalle mappe mentali. Non tanto come sostituti, ma più che altro come strumenti complementari alle classiche liste delle cose da fare.

Applicazioni per creare mappe mentali sul Mac

In questo articolo voglio presentare tre possibili soluzioni per creare mappe mentali sul tuo Mac. Si tratta di Mindnode, XMind e iThoughtsX. Queste non sono le uniche alternative possibili ma sono le tre che usato più spesso e che ti consiglio.

Mindnode

Mindnode è probabilmente la più semplice da utilizzare. È infatti possibile aprirla iniziare a creare la tua prima mappa senza dover leggere alcun manuale di istruzioni.

Quest’app è disponibile sia per Mac sia per dispositivi iOS e, grazie a iCloud, le varie mappe create sono perfettamente sincronizzate tra tutti i tuoi dispositivi.

Oltre a rendere molto facile di mappe, con Mindnode è semplice anche condividere proprio lavoro con gli altri. È infatti possibile esportare le mappe mentali create in diversi formati (OPML, FreeMind, CSV e Testo semplice), oppure esportare direttamente la mappa come immagine PNG o file PDF.

Esempio di mappa mentale creata con MindNode
Esempio di mappa mentale creata con MindNode

ThoughtsX

iThoughtsX è un’altra app installata sul mio Mac e che utilizzo spesso per la creazione di mappe mentali. Anche se l’utilizzo di iThoughtsX è un po’ meno intuitivo rispetto a Mindnode, offre alcuni vantaggi aggiuntivi. Ad esempio consente di modificare le mappe mentali utilizzando il formato Markdown.

iThoughtsX supporta diversi formati per l’importazione e l’esportazione di contenuti. Oltre al classico CSV, con iThoughtsX è possibile importare mappe mentali da XMind, da MindNode, da iMindMap, da MyThoughts, da Mindmapper. È inoltre possibile esportare le mappe create anche in formato Word e PowerPoint.

Anche iThoughtsX dispone di un’app per iOS e recentemente è stata rilasciata anche una versione per Windows.

Mappa mentale creata con iThoughtsX
L’interfaccia di iThoughtsX

XMind

XMind è disponibile per Mac, iOS e Windows. Rappresenta quindi una soluzione validissima si trovi spesso lavorare sia in ambiente Mac sia con esito operativo di Microsoft.

L’interfaccia di XMind non è molto in stile Mac, ma quest’app ha altri vantaggi. È infatti quella più ricca di funzionalità e dispone inoltre di un vasto set di icone e marcatori che puoi utilizzare per abbellire o rendere più efficace la rappresentazione dei vari concetti all’interno della tua mappa.

Mappa mentale creata con XMind
Una mappa mentale creata con XMind su Mac

Quale soluzione scegliere per creare mappe mentali su Mac

Dovendo scegliere in base al rapporto qualità/prezzo, probabilmente MindNode è la scelta migliore. È l’app con il prezzo inferiore, è la più semplice da usare e ha tutto quello che serve per la maggior parte delle situazioni.

Se sei un power user e hai già esperienza con le mappe mentali, allora ti consiglio di provare iThoughtsX o XMind.

Ma esiste la possibilità di provarle tutte e 3 senza doverle acquistare.

Sia Mindnode che iThoughtsX e XMind sono applicazioni a pagamento.

  • MindNode costa $ 39,99
  • iThoughtsX costa € 54,99
  • XMind costa $ 129

Però, grazie a Setapp puoi usare queste applicazioni (e altri 160 software per Mac) con un canone mensile di $ 8,99.

Prova gratis Setapp per 7 giorni

Io utilizzo Setapp da più di 2 anni ed è uno dei servizi che rinnovo con maggiore soddisfazione. Non passa infatti giorno senza usare una delle app presenti in questo abbonamento. Inoltre, ogni mese vengono sempre aggiunte nuove e utilissime app.

Altri articoli che ti consiglio

Lascia un commento