Supporto per MacBook Pro realizzato in casa

Ieri pomeriggio, curiosando sull’Apple Store ho notato dei supporti molto carini per i notebook. Però, non avendoli mai utilizzati, mi chiedevo quanto potessero essere utili nell’uso quotidiano del pc.

Dopo averne visti tre o quattro modelli, invece di cadere nella tentazione dell’acquisto mi è venuta voglia di provare a realizzare qualcosa di simile per conto mio.

Approfittando del fatto che mio padre si “diletta” frequentemente nella lavorazione di alluminio ed acciaio, gli ho chiesto un aiuto per quel che riguarda i materiali.

Una volta prese le misure al MacBook Pro, abbiamo proceduto a piegare una lamiera in alluminio, sagomata alle due estremità in modo da poterla inserire all’interno della fessura dei due tubolari in alluminio che servono come base della struttura.

I due tubolari sono stati poi rivestiti con un nastro adesivo spugnoso, in modo da rendere antiscivolo la base del supporto e confortevole l’appoggio dei polsi. All’interno dei due tubolari abbiamo poi spruzzato del poliuretano espanso, in modo da stabilizzare ulteriormente l’ancoraggio della lamiera ai due tubi.

Nella foto sottostante potete vedere il risultato:

Supporto per MacBook Pro

Oggi abbiamo realizzato un nuovo “prototipo” costituito da un’unica lamiera in alluminio opportunamente sagomata, eccolo:

Nuovo supporto in alluminio per notebook

Altri articoli che ti consiglio

12 commenti su “Supporto per MacBook Pro realizzato in casa”

  1. Ciao…complimenti per il tuo supporto fatto in casa…veramente ben fatto!
    Una cosa però mi ha colpito in particolare… lo sfondo del tuo MBP! E’ fantastico e mi chiedevo se potresti inviarmi il link da dove lo posso scaricare (oppure inviarmelo direttamente via mail).
    Grazie in anticipo e continua così con il tuo blog… è nella mia lista di RSS news da diversi mesi ormai.
    Saluti.
    Enrico.

  2. Tiziano, alla fine ti sei dimenticato di dirci la cosa più importante: è realmente più comodo lavorare con questi supporti sotto al portatile? Io ho l’impressione che avere le braccia ancora sollevate sia ancora più stancante… no?
    Ciao,
    P|xeL

  3. Manuele ha ragione. Ho tenuto per un pò di tempo il supporto (con ventole) sotto al mio vecchio portatile aziendale. Diciamo che erano necessarie un paio di pause in più per far riposare correttamente braccia e mani.

    Tu invece? Tralasciando che il supporto sia veramente carino come l’idea che ti è venuta, come ti senti durante il lavoro? Stancante? Non escludo che io possa acquistarne uno per il MacBook prossimamente 🙂

  4. Non ho ancora avuto modo di provarlo a lungo, però direi che ho avuto subito l’impressione che il secondo modello realizzato (più basso nella parte anteriore) sia più comodo rispetto alla prima versione. Personalmente ora ho l’impressione di maggiore comfort rispetto all’uso senza supporto.

    @Enrico: ti invio subito lo sfondo.

  5. Un ulteriore consiglio di ottimizzazione:
    fai in modo che sotto al portatile rimanga meno materiale possibile. Cioè invece di usare la lamiera completa potresti tagliarne 4 triangoli in modo che sotto al portatile rimanga solo una croce di alluminio e quindi il calore venga più facilmente dissipato.
    Visto che mio padre ha hobby simili con il plexiglas potrei anche provarci…
    Ma i padri bresciani sono tutti fatti cosi?

  6. Grazie mille Tiziano…sfondo ricevuto e subito impostato sul mio MacBook Pro 🙂
    Per quanto riguarda l’utilità e la funzionalità del supporto sono completamente a favore anche se, come già detto da Tiziano, lo trovo molto comodo se ribassato nella parte anteriore in modo da stancare il meno possibile le mani (soprattutto per chi davanti al computer ci sta delle ore a programmare come me).
    E poi si sa… il MBP tende a surriscaldarsi parecchio per cui dargli la possibilità di un maggiore ricircolo d’aria non può fargli altro che bene!

  7. @Roberto: anche il mio è un appassionato del plexiglass però non credo che tale materiale sia adatto. Serve qualcosa capace di dissipare il calore del MacBook.

  8. Tiziano, ottimo lavoro e gran risultato.
    Personalmente uso un supporto in plexiglass (il primo che si sia visto in giro, da Griffin) e sono assolutamente soddisfatto (ma non lo uso senza tastiera e mouse esterni!).
    I supporti in plexiglass lasciano il fondo del notebook libero di “prender aria”, di solito.
    L’uso di questi supporti, secondo me, serve soprattutto per migliorare la postura e “guardare più in alto” rispetto a quando l’LCD é appoggiato sul tavolo, ma ne sconsiglierei l’uso se non é possibile appoggiare polsi e avambracci adeguatamente! (quindi usate tastiera e mouse wireless esterni!).

  9. Dimenticavo: per quanto riguarda il calore, non mi dite che l’uso di smcFanControl non vi ha aiutato eh! E se non lo conoscete… correte ad installarlo subito!! (addio gambe bruciate dal fondo del macbook rovente!!)

  10. La tastiera esterna non l’ho mai utilizzata con un notebook, non faccio però fatica ad immaginare quanto sia comoda. Io già mi scoccio ad utilizzare il portatile per più di mezz’ora senza un mouse collegato.

    Grazie per avermi segnalato smcFanControl, davvero utile 🙂

I commenti sono chiusi.